martedì, dicembre 07, 2010

Aria di Natale a Praga


Vetrine natalizie
Aria di Natale a Praga

Se siete alla ricerca di tradizioni natalizie, un viaggio nella Repubblica Ceca è quello che fa per voi.

Tutto vi parla di Natale, nelle strade e nelle piazze le luci e gli addobbi si fondono con l'aroma delle spezie e del vin brulè... a rendere più calda e magica l'atmosfera sono anche le straordinarie forme architettoniche che rendono le città delle scenografie presepiali a grandezza naturale.


Camminare per le vie di città come Praga è fare un incontro continuo con il Natale, basta girare l'angolo e lungo i vicoli, vicino le mura, lungo le strade, trovate "cartoline" natalizie a cielo aperto. Ecco quindi che il Natale può diventare un'ottima scusa per
visitare questa città ricca di storia e cultura e affascinante tutto l'anno.
Decorazioni tipiche


Nessuna paura delle temperature un po' più basse, a scaldarvi non è solo l'atmosfera di Praga, ma anche le specialità gastronomiche che vi tenteranno passo dopo passo: trdelnik (una sorta di cannoli cosparsi di cannella e zucchero), Parek rohliku panini con i würstel e salsicce alla piastra, delle pannocchie lessate, caldarroste e mandole abbrustolite, Trdlo tradizionali frittelle dolci, biscotti delle feste, pane dolce... e per combattere il freddo niente di meglio del ristoro del vin brulè (svarene vino), del grog a base di rum e acqua o della medovina (liquore al miele servito caldo).

Per chi ama i mercatini di Natale, c'è quasi da impazzire... ce ne sono a non finire, anche se le bancarelle più belle sono quelle che dal 27 novembre al 1 gennaio vi aspetta a Piazza Vecchia quello più suggestivo e antico. Le casette di legno trasformano la piazza in una sorta di piccolo villaggio in cittá.
In vendita gli oggetti tradizionale della Boemia dai giocattoli in legno ai cristalli e, per i più freddolosi, maglioni, sciarpe e cappelli

Tra i mercatini “minori”, affascinanti quelli delle piazze namesti Miru e namesti Republiky. In vendita giocattoli in legno, cristalli di Boemia, figurine in foglie di granturco, manufatti in paglia, addobbi natalizi e prodotti tipici.

Il viaggio a Praga in questo periodo sarà un'esperienza che ricorderete a lungo, soprattutto se porterete a casa con voi alcune tipiche decorazioni in legno o foglia di mais: anno dopo anno, in occasione del Natale, non solo torneranno ad abbellire le vostre case, ma faranno riemergere le atmosfere vissute nella Repubblica Ceca... facendovi venire voglia di tornare.

Nella Repubblica Ceca, la cucina delle feste propone un vero e peroprio tripudio di
tentazioni dolci e salate, vera protagonista del menu e della tradizione è la carpa dei laghi boemi che, secondo la tradizione, si mangiava una sola volta l’anno in segno di buon auspicio. A Natale si usa servirla impanata e fritta, accompagnata all’insalata di patate.A Natale si celebra la venuta di Cristo bambino, ma in Repubblica Ceca restano vivi anche alcuni riti legati alla festa pagana del Solstizio d’inverno, con cui la povera gente di campagna cercava di invocare una stagione mite e di assicurarsi un futuro proficuo. Per indagare il destino, si usa legge il piombo fuso nell’acqua. Molto più facile da procurarsi e da interpretare, può andar bene anche una mela tagliata a metà: chi nel frutto troverà una stellina, sarà fortunato. Durante il cenone di Natale, una squama di carpa porterà denaro a chi la conserva sotto il piatto. Mentre c’è qualcuno che non si accontenta e per tutta la Vigilia si impone il digiuno assoluto per poter vedere addirittura… un porcellino d’oro! Ma attenzione, ci sono animali che invece non portano bene: se a Capodanno si mangia il pollo, il proprio denaro rischia di prendere il volo! Quindi siete avvisati... se passate le feste nella Repubblica Ceca, sapete che cosa ordinare: carpa con patate la vigilia di Natale e ovviamente niente pollo a Capodanno!



Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...